Dieta Dukan

Pierre Dukan

La Dieta Dukan è stata negli ultimi anni una delle diete più seguite e conosciute al mondo. Prende il nome dal suo ideatore, nutrizionista francese Pierre Dukan.

Amata e criticata da molti, è famosa per aver riportato alla forma fisica personaggi di successo come Jennifer Lopez e Gisele Bundchen. Forse è anche grazie a questo nomi che si è diffusa così tanto. Vip a parte, la Dieta Dukan funziona? Andiamo a scoprire come fare la dieta Dukan!

Secondo Dukan, è possibile dimagrire naturalmente, ma solo ritornando a nutrirsi di alimenti semplici – proteine e vegetali – come quelli che venivano usati dagli uomini primitivi. Si tratta di 100 alimenti, 72 dei quali provenienti dal mondo animale e 28 da quello vegetale. La cosa più semplice è che di questi alimenti è possibile mangiarne “a volontà”.

La dieta Dukan si basa su uno schema molto semplice. Nella Dieta Dukan ci sono quattro fasi e cinque pasti al giorno.

La prima fase è quella “d’attacco”. In questa fase sono consentiti soltanto alimenti composti da proteine pure, come pesce, carni bianche, ma anche yogurt “a volontà”. E’ necessario ogni giorno bere 1,5 litri di acqua iposodica al giorno, alternativamente anche tè e tisane. Ricordiamo che le proteine pure si possono scegliere tra i 72 alimenti consentiti, tutti esclusivamente provenienti dal mondo animale.

La seconda fase è quella di “crociera”, che porta direttamente al Giusto Peso, concetto fondamentale del metodo Dukan, che consiste nel peso che, in base alla storia dell’individuo, dovrebbe essere mantenuto nel tempo. In questa fase, la dieta prevede l’alternarsi di giornate nelle quali sono consentite solo proteine pure (giornate PP) e giornate in cui si possono mangiare, insieme alle proteine pure, anche le 28 verdure consentite dal programma Dukan (giornate PV ).

La terza fase è quella chiamata di “consolidamento” ed ha una durata di 10 giorni per ogni chilo perso nelle 2 precedenti fasi. Si tratta di una fase in cui il regime alimentare inizia lentamente a regolarizzarsi, ma sotto una specie di “libertà vigilata”. E’ consentita, infatti, l’introduzione di alimenti a piacere ma soltanto in 2 pasti a settimana, chiamati “Pasti di Gala”. Di contro, almeno un giorno a settimana, è necessario tornare a mangiare soltanto proteine pure. E’ questa la fase nella quale è maggiormente consigliata l’attività fisica (30 minuti al giorno almeno) per riuscire a stabilizzare la perdita di peso ottenuta con i sacrifici delle fasi precedenti.

L’ultima è la fase di “stabilizzazione”, che deve essere mantenuta per tutta la vita. In questa fase, oltre all’indispensabile attività fisica, ci sono solo 3 regole fondamentali da seguire: mantenere un giorno alla settimana in cui si mangiano solo e soltanto le proteine pure (Dukan suggerisce il giovedì), evitare zuccheri semplici e dolci e infine consumare 3 cucchiai al giorno di crusca d’avena.